Nella giornata di domenica 29 agosto abbiamo salutato Don Gianmarco che ha celebrato la sua ultima celebrazione da parroco presso l’Agnelli. 

I ringraziamenti di don Gianmarco al termine della celebrazione:

Abbiamo fatto tante cose insieme e ancora ne farete tante con la comunità dei Salesiani degli Agnelli che vanno e che vengono, che passano, che girano, che hanno il mio volto, il volto di Don Claudio, il volto di tantissime altre persone, prima di me don Valter e come parroco don Rigo. La comunità continua a crescere insieme e noi salesiani diamo supporto e quindi grazie, grazie davvero di cuore perché l’esperienza all’Agnelli mi ha fatto tanto crescere.

Gioie e dolori perché si cresce così, le gioie sono belle le porti avanti e non ti monti la testa: i dolori non metti la testa sotto la sabbia ma li affronti a testa alta e a muso duro e vai avanti.

Così riesci a costruire tante belle cose. Quindi grazie di cuore anche per il dono di fare la messa qui in cortile. La Nostra amata chiesa l’abbiamo ricostruita insieme. “Dalle macerie nasce speranza” sapete che mi piaceva dare nomi alle prediche. Mi sarebbe piaciuto fare l’ultima messa in chiesa, nella nostra bella chiesa ma il cortile è il cortile. Il cortile parla, nel cortile ci si incontra, si vive la nostra storia concreta e questo cortile oggi durante questa celebrazione mi ha parlato. Mi sono emozionato perché mi ha ri-raccontato e ha fatto tornare alla mente tutte le storie vissute qui insieme a voi.

Grazie davvero di cuore, anche alle istituzioni, a te Vincenzo Camarda che ci hai aiutati in momenti così difficili, a volte anche una semplice telefonata, è frutto di comunione, grazie davvero di cuore perché quello che è stato fatto adesso continua a esistere e continua ad andare avanti.

Dove vado lo sapete perché io ho scritto una lettera perché sapevo che oggi sarei stato impacciato: vado qui dietro a Porta Nuova, 2 oratori, bellissimi perché c’è il mondo, 32 nazionalità differenti di ragazzi, una comunità per minori stranieri non accompagnati e poi il terzo oratorio, il più bello di tutti perché il primo oratorio Don Bosco che è la strada. Ecco vi chiedo una preghiera speciale per me a conclusione di questa messa, perché non faccia troppi danni e

Grazie davvero di cuore di tutto, della vostra generosità, bella, che testimonia davvero che siamo dei miracoli e siamo capaci di metterci al servizio del Signore per costruire una Comunità più bella, più nuova e più grande.

I ringraziamenti di Vincenzo Camarda – Circoscrizione 2

La predica di don Gianmarco

La gallery 

« di 2 »
Post recenti
Scrivici

Inviaci una mail per domande e chiarimenti, risponderemo il prima possibile.