Carissimi, molti mi chiedono cosa stiamo facendo e come possiamo aiutare in questo momento di grave situazione sanitaria. Come comunità siamo chiamati a compiere gesti di solidarietà per non dimenticarci mai che la generosità  genera altruismo e l’altruismo è il contrario di chiusura e individualismo. Essere comunità vuol dire rimanere in rete con tante altre persone e insieme aiutarci e sostenerci.

Prossimità: il primo aiuto che possiamo dare è sicuramente quello di essere solidali all’interno della nostra famiglia: anche se ci sono divisioni mettiamole da parte per un momento! Essere solidali nei confronti dei nostri vicini di casa e di chi si sente più solo anche se ha un brutto carattere o se non l’ho mai salutato. Salutate tutti! Regalate un sorriso a tutti, anche se non li conoscete non importa. Telefonate alle persone che conoscete e chiedete loro due cose: “Come stai?” “Hai bisogno di qualcosa?” Allontaniamo la paura.

Preghiera: intensifichiamola al livello personale e come famiglia così come i media ci stanno proponendo e così come cerchiamo di fare anche noi come comunità salesiana attraverso i social. Riscopriamo il potente valore della preghiera del Rosario in famiglia. Preghiamo per chi è in prima linea, tutti!  Riscopriamo in noi l’unione forte con Dio che ci sostiene, ci consola e ci salva! Solo con l’aiuto di Dio possiamo rinnovarci dal di dentro e dare un “senso profondo” a quello che stia affrontando.

Digiuno: in questo tempo riscoprire il valore del digiuno vuol dire essere pronti a regalare qualcosa che abbiamo a chi ne ha più bisogno. Aumentano le richieste di famiglie che non hanno più soldi per fare la spesa. Noi continuiamo a distribuire ma abbiamo bisogno di pensare anche al dopo che non sappiamo ancora quando e come sarà ma possiamo immaginare che non sarà semplice per molti… Molti rischiano di perdere il lavoro e hanno figli, molti stanno finendo i propri risparmi e non sanno come andare avanti. Stiamo montando dei progetti di solidarietà ma abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti.

Per donare: IBAN: IT 73 G 03069 096061 00000 134677

Intestato a: Parrocchia San Giovanni Bosco-To.

Specificare il progetto: “FASE BREATH”. RESPIRIAMO.

Preghiamo il Signore perché il verbo condividere diventi il verbo centrale delle nostre famiglie. Dio moltiplica sempre in Grazie i nostri gesti di generosità. Che la nostra comunità diventi sempre di più “le mani della provvidenza”. 

Il vostro parroco

Don Gianmarco Pernice

Post recenti
Scrivici

Inviaci una mail per domande e chiarimenti, risponderemo il prima possibile.