1 dicembre – 1° domenica di Avvento

 In news

Noi, una Chiesa ATTENTA. La candela della… “SVEGLIA!”

Carissimi, in queste settimane, per prepararci al Natale ogni domenica accenderemo una candela all’interno della nostra corona di Avvento. La Parola del Vangelo di questa domenica ci suona la sveglia: vegliate!

«Vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà» (Mt 24, 42)

Vieni, Signore Gesù, vieni a salvarci, ad accendere ancora una volta in noi e nella nostra comunità cristiana la fiamma della fede perché possiamo vivere la gioia profonda che nasce dalla comunione con te e con il Padre. Insegnaci ad ascoltare con gioia e attenzione la tua Parola che ci fa conoscere l’amore del Padre e ci insegna a prenderci cura delle persone che ci vivono accanto, con bontà e tenerezza. Questa prima candela, Signore, è la LUCE DELL’ATTENZIONE che tu accendi nel cuore di ognuno di noi. Tu ci chiedi di tenere gli occhi aperti, perché continui a visitarci ogni giorno. Vieni, Signore Gesù, tu sei la luce del mondo! Tu sei la nostra salvezza!

Molto spesso siamo distratti, molto spesso non vediamo le cose che ci capitano intorno perché troppo concentrati su noi stessi, molto spesso mettiamo una lente di ingrandimento su un piccolo problema e perdiamo di vista tutto il resto…che funziona… Questo ci porta a vivere sempre altrove, lontani da tutti ma anche da noi stessi e soprattutto, lontani dalla verità delle cose che ci capitano distorciamo la realtà a nostro piacere e favore trasformando la nostra tristezza in autocommiserazione. Ci piangiamo addosso, diamo la colpa agli altri, diamo la colpa a Dio!

Il cristiano VEGLIA, è attento, pronto, “sta sul pezzo”,non si fa cogliere impreparato perché sa prevenire le situazioni; se vegli sai analizzare e interpretare i segni dei tempi, se sei concentrato sulla vita, ogni esperienza diventa un tesoro da conservare nella memoria per tramandarlo ad altri, per il futuro, un tesoro non lo tieni per te….

Oggi  i giovani si allontanano dalla Chiesa perché la vedono spenta, stanca, lenta, abitudinaria, annoiata… come dagli torto? Essere chiesa è stupirci perché il Signore viene a incontrare proprio noi! Essere chiesa vuol dire camminare insieme tra di noi e camminare insieme a Dio. Essere chiesa vuol dire avere la luce negli occhi e il fuoco nel cuore!  Preghiamo perché il Signore susciti nel cuore dei giovani il coraggio di diventare nuove Sentinelle del Mattino capaci di vegliare, di alzarsi in piedi e di affrontare a testa alta chiunque osi tentare di spegnere Fede, Speranza e Carità.

Il vostro Parroco

Don Gianmarco Pernice

Post recenti
Scrivici

Inviaci una mail per domande e chiarimenti, risponderemo il prima possibile.